Donate Now

Lo psicologo in reparto

L’Associazione da sempre garantisce la presenza di uno psicologo all’interno dell’équipe che si occupa del bambino con cardiopatia, nell’ottica di favorire un modello di cura globale. Il supporto psicologico ai pazienti e alle famiglie e il lavoro con il team di medici e chirurghi, sono le principali attività svolte durante tutto il percorso di cura. In particolare il sostegno psicologico viene proposto già in fase di diagnosi prenatale, per proseguire poi in altre unità quali la Patologia Neonatale, la Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica, così come la Terapia Intensiva Pediatrica.

I percorsi di diagnosi e cura delle cardiopatie congenite in ambito pediatrico implicano un grande carico emotivo per i bambini e i loro genitori. La rielaborazione della diagnosi, il primo contatto con il neonato, gli interventi di cardiochirurgia, la comunicazione con una pluralità di specialisti, la ricerca di un equilibrio tra attenzione alla cure e sviluppo complessivo del bambino, sono solo alcune delle tappe che le famiglie si trovano ad affrontare.

 

 

Perché è importante?

Lo psicologo aiuta bambini e genitori ad acquisire una maggiore consapevolezza circa i vissuti emotivi, i bisogni e le risorse posseduti, favorendo la maggior partecipazione possibile agli iter terapeutici. Inoltre aiuta il bambino, nel rispetto delle sue capacità, a comprendere ed elaborare l’esperienza che sta vivendo, consentendogli di assumere un ruolo attivo nell’affrontare la situazione attuale e i suoi sviluppi futuri.

I risultati

 Lo psicologo in reparto offre un supporto ai genitori già prima della nascita del loro bambino, aiutandoli ad affrontare le difficoltà in modo realistico e nello stesso tempo a costruire un immagine del proprio bambino non unicamente ancorata alla malattia. Aiuta i bambini a rielaborare i vissuti e le emozioni legate al percorso di cura e a partecipare in modo attivo e progressivamente sempre più consapevole.

Come puoi aiutarci

Puoi effettuare una donazione liberale, permettendoci di continuare a garantire la presenza dello psicologo all’interno dell’équipe che si occupa del bambino con cardiopatia e della sua famiglia. Oppure puoi contattarci se vuoi organizzare un evento di raccolta fondi o segnalarci possibili partner (aziende, istituzioni, fondazioni) interessati a sostenerci.